fuoriclasse10Tutti i bambini e gli adolescenti hanno gli stessi diritti, anche se provengono da altri Paesi! Ad #Aprilia, il percorso per l'Inclusione Linguistica di #Fuoriclasse guida gli alunni nell'apprendimento della lingua italiana, fondamentale per favorire una buona inclusione scolastica.
Psy+ Onlus

2019 11 22 16.09.00Per la Giornata Nazionale per la Sicurezza nelle Scuole, in occasione dei 30 anni della Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia e Adolescenza, i ragazzi e le ragazze del Centro Educativo #Fuoriclasse di Aprilia hanno approfondito la conoscenza dei propri #diritti sulla #sicurezza attraverso il gioco del #Riskit di Save the Children.

Impariamo insieme i nostri diritti per sentirci al sicuro! 

Fuoriclasse contro la dispersione scolastica#scuola#dirittiinfanzia#crc30#prevenzione

bloggif 5db540677350aContinuano le attività programmate da Save the Children correlate al Progetto "Illuminiamo il futuro" e alle merende Plastic Free con altre due quinte del Plesso della scuola Primaria: "G.Deledda".

http://www.icmatteottiaprilia.edu.it/ptof/109-save-the-children/2105-una-merenda-plastic-free.html

2019 10 24 14.57.55Nell’ambito della campagna “Illuminiamo il futuro” organizzata da Save the Children, è stata organizzata, nel giardino della scuola, una merenda “speciale” utilizzando prodotti ed alimenti non confezionati con la plastica: le bottigliette di plastica sono state sostituite da borracce d’alluminio e succhi di frutta in contenitori  tetrapack; frutta, dolci fatti in casa e panini hanno preso il posto  delle merendine confezionate.

2019 10 21 06.29.42Nei giorni 16, 17 e 18 ottobre 2019 le classi 3° A e 3° C della scuola secondaria hanno effettuato un campo scuola, nell’ambito del progetto “Fuoriclasse”, interamente organizzato ed offerto da Save the Children. Gli alunni, accompagnati dalle docenti Mimmo, Olivelli e Ottaviani, hanno soggiornato presso la “Foresta Fonte Spugna”, situata sulle colline del comune di Passignano sul Trasimeno (Perugia), dove insieme a 4 operatori di Save the Children, Silvia, Valentina, Marco e Andrea, hanno vissuto un’esperienza davvero unica. Lo scopo del campo è stato proprio quello di portare il progetto, che coinvolge i ragazzi fin dallo scorso anno, in un contesto diverso da quello scolastico, consentendo così ai suoi giovani fruitori di riflettere sul percorso svolto finora, proiettandosi però verso il futuro. Immersi nel verde, lontani dai rumori delle città, senza TV e senza Internet, gli alunni hanno avuto modo di concentrarsi su se stessi e di conoscere gli altri, scoprendosi come individui facenti parte di una piccola comunità.